Volontariato in Nepal con HORAC

Volontariato in Nepal: il progetto di Chiara

È sabato mattina, una limpida mattina d’inverno, e sono terribilmente in ritardo. Devo incontrare Chiara, una ragazza di Varese che studia a Torino. Ci siamo già sentite in chat e su Skype, ma non è stato abbastanza per catturare la bella storia di volontariato e solidarietà che questa giovane studentessa ha deciso di condividere con Ayni. Dopo due mesi e mezzo di volontariato in Nepal e circa un anno dedicato a preparare e poi diffondere un progetto socio-educativo bellissimo, ci sono troppe cose da raccontare! E così, questa mattina, entrambe abbiamo preso un treno per incontrarci ad Alessandria.

Il viaggio in Nepal ed il progetto Let Children Speak

Chiara ha appena 23 anni, ma la consapevolezza e la maturità con cui ha affrontato il suo percorso di volontariato all’estero sembra dire altrimenti. È passato ormai più di un anno da quando, con il suo fidanzato Andrea, ha deciso di dedicare il periodo tra la fine della triennale e l’inizio della specialistica ad un progetto di volontariato internazionale. Dopo qualche indecisione iniziale (e ore di ricerca su Internet), Chiara e Andrea hanno trovato una casa-famiglia a pochi chilometri da Kathmandu: HORAC Nepal. Tej, il giovane direttore, si è dimostrato molto interessato al progetto dei due giovani e così è cominciata l’avventura.

Infatti, Chiara e Andrea avevano ben chiara una cosa: non volevano solo dare una mano in casa e nello svolgimento dei compiti. Sapevano che con le loro competenze potevano offrire molto di più e lasciare qualcosa di unico e personale ai 30 bambini e ragazzi della casa-famiglia. Da questa consapevolezza nasce Let Children Speak. Il progetto è stato realizzato in tre fasi: prima la preparazione di lezioni di fotografia e scrittura creativa in Italia, poi lo svolgimento delle lezioni che si sono tenute per 2 mesi in Nepal e, per finire, la realizzazione di un libro che raccogliesse i lavori dei ragazzi di HORAC. Questo libro è ora in vendita ed il ricavato verrà inviato in Nepal per sostenere le spese per la mensa dei 30 ospiti della casa-famiglia.

> Contatta Chiara per acquistare il libro di Let Children Speak

HORAC, casa-famiglia

HORAC si prende cura dei 30 bambini e ragazzi della casa in tutto e per tutto. Dà loro una casa ed una famiglia, la possibilità di andare a scuola ed imparare, attività culturali, creative e stimolanti per crescere e diventare adulti e cittadini responsabili. Alcuni di loro potranno un giorno tornare a vivere con le loro famiglie d’origine, ma per altri HORAC è l’unica famiglia su cui possono fare affidamento. Per questo il contributo di coloro che decideranno di sostenere il progetto è così importante!

> Volontariato in Nepal con HORAC

L’intervista con Chiara

Il risultato del mio incontro con Chiara ad Alessandria è questa breve intervista in cui Chiara ripercorre i momenti salienti della sua esperienza, soffermandosi sui ricordi più belli ed indelebili che le sono rimasti dentro.

“È stato molto gratificante e toccante, veramente. Sono stati momenti che mi hanno aperto il cuore”

Verso la fine dell’intervista, Chiara fornisce anche diversi consigli e spunti di riflessione per tutti quelli che desiderano diventare volontari all’estero così come hanno fatto lei e Andrea. Quindi non perdete neanche un secondo di questa bella testimonianza.

Buona visione!

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Ti è piaciuto? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest