Descrizione

 

SOA è un’organizzazione no-profit registrata in Uganda che lavora per aiutare gli orfani e le vedove della comunità ad uscire da una condizione di povertà estrema.


Volontariato in Uganda con Save Omwana Africa

> For applications and further information, please contact us in ENGLISH using the form “Contattaci Subito”

Cerchiamo la collaborazione di volontari per sostenere i nostri programmi.

Attività e ruoli:

I volontari si occupano principalmente di sorvegliare i bambini quando questi non sono a scuola, dando vita a momenti di apprendimento e momenti di svago, organizzando attività ricreative, aiutandoli con i compiti e lezioni, e giocando con loro.

Per migliorare il livello di alfabetizzazione dei bambini, incoraggiamo lo svolgimento di lezioni/attività in inglese, affinché possano acquisire maggiore sicurezza nell’uso di questa lingua.

I volontari possono anche fornire il loro sostegno per l’implementazione dei programmi che portiamo avanti:

  • Educazione e Training: cerchiamo fondi per dare ad ogni bambino l’opportunità di andare a scuola e di ricevere assistenza medica. Facciamo anche attività di mentoring per stimolare i bambini a diventare agenti di cambiamento positivo nello loro comunità.
  • Formazione per adulti e insegnamento dell’inglese: insegniamo ai giovani e alle vedove che non hanno finito la scuola a leggere e scrivere. Le lezioni sono gratis.
  • Sviluppo agricolo e allevamento polli: con questa iniziativa, vogliamo riuscire a produrre alimenti per coloro che ne hanno bisogno. Serve inoltre come spazio dimostrativo affinché le persone della comunità possano imparare migliori tecniche di allevamento e agricultura. Se potessimo meccanizzare questi processi, saremmo in grado di alimentare tutti i nostri beneficiari solamente con i nostri prodotti, e creare anche posti di lavoro.
  • Programmi di empowerment per donne e vedove: insegniamo alle donne tecniche per la produzione artigianale di diversi artefatti (per la vendita). Inoltre, le aiutiamo a conoscere e prevenire malattie diffuse come la malaria e l’HIV/AIDS.
  • Programmi di empowerment per giovani: offriamo lezioni e seminari per motivare i giovani ad essere agenti positivi di cambiamento nelle loro comunità. Li aiutiamo a sviluppare nuove capacità e a metterle in pratica, per diventare un giorno indipendenti dal punto di vista economico ed uscire dal circolo vizioso della povertà.
  • Sviluppo e mantenimento delle case per i bambini abbandonati, le donne anziane e le vedove: grazie alla collaborazione con volontari locali ed internazionali (gruppi di studenti, missioni e altre organizzazioni non-profit), SOA si impegna per il miglioramento delle condizioni di vita nelle comunità costruendo case per gli orfani, le donne anziane e le vedove. Si tratta di piccole case di due stanze che possono essere costruite nel giro di 4-5 settimane.

Impegno dei volontari e benefici

I volontari si impegnano a lavorare almeno 4 ore al giorno, organizzando attività extra-scolastiche per i bambini e/o contribuendo al mantenimento del centro.

Costi e alloggio

I volontari alloggiano nella casa di Fred e Gloria, i fondatori del progetto, dove ricevono anche i pasti. Per il futuro, speriamo di poter costruire un centro di accoglienza sia per i bambini che sosteniamo che per i volontari.

Per il vitto e l’alloggio (3 pasti e acqua potabile) chiediamo un contributo di $50 alla settimana. Inoltre, possiamo andare a prendere i volontari in aeroporto per $45.

Volontariato in Uganda con SOA

 

Requisiti per il volontariato:

  • Disponibilità ad aiutare e sostenere i bambini e gli altri membri della comunità.
  • Tutti benvenuti.

 

La testimonianza di Cristina:

“Far parte di Save Omwana Africa è stata una delle esperienze più importanti che io abbia mai vissuto. Ho conosciuto questa Ong grazie ad un’altra Ong con la quale stavo collaborando, e dopo attenta riflessione, non ho resistito e ho deciso di andarli a conoscere nell’Ottobre del 2018. È stata una delle migliori decisioni della mia vita. Al mio arrivo, Fred e Kuteesa mi sono venuti a prendere all’aeroporto e mi hanno accompagnato a casa loro, a Lugazi. Mi hanno fatto scoprire con molto affetto il loro paese, le loro tradizioni, la gente, ma soprattutto il loro progetto, per il quale hanno lottato per 4 anni. Ho conosciuto i bambini e avuto l’opportunità di condividere momenti magici con loro. Abbiamo fatto lezione di inglese, mi hanno insegnato a realizzare oggetti con le bacche che insieme avevamo raccolto. Ho vissuto in un ambiente pieno di fiducia e affetto. Nonostante le difficoltà che devono affrontare tutti i giorni, sono in grado di insegnarti che con forza ed coraggio tutto è possibile, che non devi mollare perché non sai mai cos’ha in serbo per te il futuro e un domani qualcosa di incredibile potrebbe succedere se sei veramente disposto a lottare per ottenerlo”

[Originale: Being part of Save Omwana Africa has been one of the most powerful experiences I have ever had. I met this NGO through another NGO that I collaborate with, and after some time thinking about whether to join them or not, I finally couldn’t help it and I decided to go and meet them last October 2018. It was one of the best decisions I have ever made. When I arrived, Fred and Kuteesa were waiting for me at the airport and took me to their home, Lugazi. They introduced me with great affection to their country, their customs, their people, but above all and most importantly, their project, for which they have been fighting for 4 years. I met the children and had time to share magical moments with them. We did English classes, they taught me how to make handicrafts with natural berries that we harvested. I lived in an environment of trust and affection. In spite of the daily difficulties they encounter, they teach you that with strength and courage everything is possible, that you never have to give up because you never know what will happen tomorrow, and tomorrow something incredible can happen if you really fight for it]

 

 

 

Su Save Omwana Africa

SOA lavora con 60 orfani analfabeti e con 20 vedove dei villaggi di Lugazi e Mugomba (Uganda). La maggior parte di loro si ritrovano in questa situazione di vulnerabilità a causa della diffusione e dei tremendi effetti dell'AIDS nella regione. Questa malattia ha portato via i loro genitori, mariti e famigliari, lasciandoli senza sostegno e senza speranze. 

I bambini vengono soprattutto dal villaggio in cui i fondatori dell'associazione, Fred e Gloria, sono cresciuti. Vista la profonda conoscenza della comunità, non è difficile rintracciare i minori abbandonati a se stessi che hanno bisogno del nostro aiuto. Una volta accolti, li registriamo e creiamo un file per i loro dati personali e la loro storia, così da riuscire a non perdere mai di vista i loro bisogni e lavorare sul loro sviluppo.

Quando rintracciamo un bambino abbandonato, cerchiamo di metterci in contatto con la sua famiglia di origine (zii, nonni, ...) ai quali possiamo offrire un piccolo contributo per le spese di alimentazione. Se la famiglia non si trova, o non è disponibile ad accogliere il bambino, allora cerchiamo una famiglia di conoscenti che lo possa fare. Se nessuna famiglia può farsi carico del bambino, allora questi rimane con noi nella nostra casa. Purtroppo, le autorità non forniscono nessun tipo di assistenza o aiuto. Per ogni bambino, cerchiamo di trovare uno sponsor che li possa aiutare a frequentare la scuola, ricevere assistenza sanitaria, vestiti e cibo.

Non desideriamo essere un orfanotrofio come tanti altri. Vogliamo che i nostri ragazzi si sentano a casa con noi e che durante tutta la loro vita sappiano che qui c'è una famiglia su cui contare.