Descrizione

 

IPBio è un’organizzazione non-governativa e non-profit che sviluppa e sostiene progetti di educazione ambientale e ricerca scientifica sulla biodiversità, l’ecologia ed il comportamento delle specie di flora e fauna nell’ecosistema brasiliano.


Volontariato in Brasile con  IPBio

> For applications or further information contact us in ENGLISH or PORTUGUESE using the contact form “Contattaci Subito”

IPBio ha creato ruoli relazionati con la ricerca (anche se questi non richiedono una qualifica accademica in biologia) e altre ruoli indipendenti dalla ricerca, come giardinaggio e creazione di video divulgativi. IPBio si occupa sia di programmi di volontariato che di stage: sono praticamente la stessa cosa, solo che per lo stage è richiesta la partecipazione formale dell’istituzione accademica dello stagista.

Attività e Ruoli

1- Ricerca sui funghi bioluminescenti: ci sono circa 100 specie di funghi bioluminescenti nel mondo, e ad Iporanga se ne possono trovare 19. È infatti considerata la regione con la maggior densità di specie di funghi bioluminescenti nel mondo. IPBio desidera sviluppare un protocollo per crescere questi funghi in laboratorio, in condizioni controllate. I nostro programma di coltivazione fa quindi esperimenti su: composizione del substrato, metodi di sterilizzazione, metodi di inoculazione, e tecniche di fruttificazione per ottimizzare i processi di coltivazione.

2- Ricerca sugli anfibi: IPBio si occupa di programmi di ricerca che riguardano l’etologia anfibia, l’embriologia ed i virus che colpiscono le rane. I volontari aiutano con l’allevamento dei girini e delle rane in cattività. Inoltre, da novembre a febbraio, IPBio svolge regolari inventari degli anfibi usando trappole che sono distribuite in tutta la riserva e la cui distribuzione richiede un bel po’ di camminate.

3- Ricerca Bioacustica: IPBio ha vinto una grant da Wildlife Acoustics che ha portato alla donazione di 2 registratori bioacustici ed un software per analizzare i dati raccolti. IPBio cerca di comprendere quale sia il momento di massima attività delle varie specie durante le 24 ore del giorno. Questo studio viene condotto nell’arco di diversi anni per poter definire il picco di attività stagionale per ogni specie. Inoltre, IPBio vuole creare una “banca del suono” per tutte le specie della riserva.

4- Assistente per la ricerca sulla biodiversità: questo ruolo è molto flessibile e non richiede nessun tipo di background scientifico. Potresti essere assegnato a due diversi progetti, oppure occupare il tuo tempo aiutando in tutti i progetti dove c’è bisogno di una mano. Questo ruolo permette al volontario di avere una visione complessiva del lavoro di ricerca svolto da IPBio. L’Assistente per la ricerca lavora insieme agli Eco-volontari (descritti in seguito) a diversi progetti: inventario degli alberi, fototrappole per il monitoraggio dei mammiferi, progetti degli anfibi, inventario dei funghi bioluminescenti, giardinaggio e la pianificazione creative di nuovi progetti e progetti ecologici di ornitologia.

5- Eco-volontari: questo ruolo comprende una serie di attività che vengono condotte in gruppo. La maggior parte di queste sono attività sul campo quindi è ideale per volontari che vogliono stare all’aria aperte e a cui piace fare attività fisica. Non tutti i progetti possono essere svolti tutto l’anno, sono piuttosto a carattere stagionale. Ad esempio, gli Eco-volontari si possono occupare di: inventario degli alberi, giardinaggio e manutenzione della riserva, inventario dei funghi, ricerca girini, inventario degli uccelli, monitoraggio dei mammiferi attraverso fototrappole, inventario pesci, ricerca accademica, sostegno con la comunicazione, progetti educativi d’arte e abilità manuali.

 

6- Fotografi e produttori video: usiamo molto le macchine fotografiche per la ricerca e così i nostri biologi si sono appassionati alla fotografia e all’edizione dei video. Il nostro interesse per la connessione tra fotografia, ricerca ed educazione ha portato allo sviluppo di OBBIO (Observatory for Biodiversity) che cattura registrazioni per la produzione di eBooks, documentari e video educativi, ma anche l’uso delle immagini per scopi di ricerca. Ad esempio, alcuni dei nostri video sono stati venduti a Discovery Channel.

Alcuni esempi di attività svolte: creazione di brevi documentari per esporre i traffici del bracconaggio; video per la promozione del programma di volontario con interviste e registrazione delle attività del weekend; brevi documentari per la presentazione di temi ambientali o riguardo i nostri progetti i ricerca scientifica e come questi contribuiscono alla protezione ambientale; fotografie naturalistiche per far vedere la bellezza della nostra foreste.

7- Manutenzione della riserva, costruzione e giardinaggio: abbiamo sempre bisogno di aiuto per la manutenzione dei terreni, dei sentieri, dei recinti per gli animali, degli orti e delle serre per i microclimi, quindi se hai voglia di sporcarti le mani abbiamo sempre qualcosa da fare. Abbiamo moltissimi giardini, quindi è importante piantare fiori e alberi, annaffiarli, e rimuovere le erbacce. Inoltre, con il rilascio di numerosi uccelli nella riserva dobbiamo assicurarci che ci siano sempre sufficienti riserve di frutta, per cui raccogliamo i semi e “rinforziamo” le riserve della foresta piantando altri alberi in posizioni strategiche. Infine si possono anche svolgere progetti relazionati al disegno o alle abilità manuali (arte). Per questo ruolo c’è bisogno di volontari che non abbiano paura di svolgere attività fisica intensa.

8- Comunicazioni: aiutare a diffondere la conoscenza del nostro Centro di Ricerca e Rilascio e dei suoi progetti; sostenere la nostra strategia di comunicazione migliorando il sito web e i social media, creando video informativi, preparando materiale per studenti e universitari riguardo ai corsi che offriamo, preparando grants e proposte per ricevere fondi, cercando nuovi partner per la nostra istituzione.

9- Coordinatore dei volontari: IPBio ha due impiegati full-time che si occupano della gestione dei programmi di volontariato, però, man mano che cresciamo, ci siamo resi conto della necessità di un coordinatore dei volontari che possa assistere il manager nell’organizzazione delle mansioni giornaliere dei volontari. Il coordinatore dei volontari deve imparare a conoscere velocemente tutti i programmi che abbiamo e avere buone doti di leadership. Si tratta di un ruolo di autorità che presenta un certo numero di responsabilità che devono essere accettate del volontario.

10- Artisti/pittori/artisti di murales: IPBio ha da poco costruito una nuova casa dei volontari e desideriamo che ogni stanza abbia il nome di un animale nativo, come la stanza del giaguaro, o della “rana martello” (hammer frog). Ci piacerebbe che, oltre al nome, ogni stanza avesse un disegno sulla porta e all’interno un murales sulla parete. Questo contribuisce a rendere la stanza più accogliente e a facilitare l’organizzazione.

11- Web-designer o developer: IPBio è sempre alla ricerca di esperti del web per aggiungere nuovi contenuti al sito, aggiungere nuove funzionalità, migliorarne l’aspetto estetico e riorganizzarne la struttura.

Per maggiori informazioni puoi consultare il dépliant informativo disponible qui.

Impegno e benefici dei volontari

I volontari lavorano 30 ore alla settimana, da lunedì a venerdì.

Facendo volontariato con noi, un volontario può:

  • acquisire esperienza nel campo della ricerca
  • imparare tecniche di conservazione ambientale sul campo
  • comprendere ed entrare in contatto con la natura attraverso gli studi che portiamo avanti o alla attività del weekend che ti portano ad esplorare le meraviglie naturali di questa zona
  • contribuire ad accrescere la conoscenze scientifiche in una regione che presenta altissimi indici di biodiversità, ma dove molte specie sono a rischio di estinzione
  • rafforzare il tuo curriculum con esperienze in un ambiente di lavoro interculturale.

Costi e alloggio

I volontari pagano una quota di 550 Brazilian reais alla settimana (circa 130 euro) che copre i costi dell’alloggio. Tutto il resto (pasti, escursioni, visto se necessario, etc.) è a carico del volontario.

Volontariato in Brasile con IPBio

Requisiti per il volontariato:

  • Avere più di 18 anni
  • Parlare inglese o portoghese a livello intermedio
  • La permanenza minima è di 2 settimane, anche se daremo la precedenza a coloro che possono rimanere più a lungo.

Generalmente non richiediamo nessun requisito professionale o accademico specifico. Anche se per alcuni ruoli, ad esempio quello di ricerca sui funghi bioluminescenti, una laurea in biologia (o simili) o esperienze di lavoro relazionate sono preferibili.  Visto che gli spazi nella nostra riserva sono limitati, selezioneremo i volontari in base al loro CV ed a un breve colloquio.

La testimonianza di Marleen:

“Fare volontariato con IPBio è stata l’esperienza più incredibile della mia vita! Tanto che ho deciso  di tornare a fare volontariato per 2 anni. Ma cominciamo, dal principio, dal 2016, quando ho fatto i miei 3 mesi di stage con IPBio usando fototrappole per il monitoraggio dei mammiferi e mi è piaciuto tantissimo. La prima settimana avevo già immortalato animali splendidi come il cuniculus, scimmie cappuccine e un oncilla (un piccolo giaguaro). Ho anche acquisito esperienza in altre aree, ad esempio con rane, pesci e uccelli. La riserva è di per sé bellissima, con stupende infrastrutture e moltissima vita animale e vegetale. La casa dei volontari era molto più lussuosa di quello che mi sarei aspettata, ma c’erano momenti in cui ti rendevi conto di avere la natura proprio fuori dalla finestra. C’è una grande case, un cortile, una grande cucina, una sala con tv e divano, una lavanderia e diverse stanze con aria condizionata e con una scrivania. Nel weekend facevano grigliate, visitavamo grotte incredibili e cascate nei dintorni, ma l’attività più bella era la visita all’isola chiamata Cananeia dove ci sono letteralmente centinaia di delfini in qualsiasi momento dell’anno ed è possibile nuotare con loro a pochi passi dalla riva.

È stata un’esperienza così bella che ho deciso di prendere una pausa di due anni dall’università e tornare in Brasile per dare un mano con la gestione del programma di volontariato di FreeWildlifeBrazil Celine e IPBio. Se non credi alle mie parole, credi almeno alle mie azioni. Questo posto mi piace tantissimo, ecco perché continuo a tornarci!”

[Originale: Volunteering at IPBio was truly the most incredible experience of my life! So much so that I decided to come back and volunteer for 2 years. But let’s start at the beginning, in 2016, I did my 3-month internship at IPBio using cameratraps for mammal monitoring and I absolutely loved it. In the first week I already captured awesome animals such as pacas, capuchin monkey and an oncilla (basically a smaller jaguar). I also got tons of experience on a variety of other fields such frogs, fish and birds. The reserve itself is stunning with awesome infrastructure and tons of wildlife all around. The volunteer house was way more luxurious than I expected but at the same time you knew you had the wilderness just outside your window. There is a big house, with a patio outside, big kitchen and living room area (with a tv and a sofa), laundry area and various rooms (with air-conditioning and a desk!). On weekends we would do BBQ’s, visit the jaw-dropping caves and waterfalls in the local area but the best was a visit to a nearby island called Cananeia where there are literally hundreds of dolphins all year long and you can swim with them right off the beach.
I loved my time so much at here that I decided to take a two year break from university to come back and help run the volunteer program at FreeWildlifeBrazil Celine and IPBio. If you don’t trust my words, trust my actions. I love this place, that’s why I keep coming back!]

 

Su IPBio - Biodiversity Research Institute

IPBio è un'organizzazione non-governativa e non-profit che sviluppa e sostiene progetti di educazione ambientale e ricerca scientifica sulla biodiversità, l'ecologia ed il comportamento delle specie di flora e fauna nell'ecosistema brasiliano.

Nel 2009, la riserva è stata riconosciuta come avamposto della Riserva della Biosfera della Foresta Atlantica dell'UNESCO. IPBio si trova nella riserva di Betary, 60 ettari di zona protetta, nel comune di Iporanga che si trova nella Valle di Ribeira. In questa regione troviamo l'estensione continua di Foresta Atlantica più grande che c'è. 

IPBio è stata fondata da Sergio Pompeia, agronomo e botanico, che desiderava creare un ponte tra la ricerca scientifica ed il grande pubblico, affinché la società potesse prendere decisioni veramente informate riguardo ai temi ambientali. Per questo, IPBio combina la ricerca con l'educazione. Le nostre strutture sono state pensate per portare avanti studi accademici parallelamente a visite per conoscere le nostre specie native. La nostra ricerca cerca sempre di avere anche un'applicazione educativa, come la creazione di eBooks, così che i nostri progetti non siano limitati alla sfera scientifica, ma incoraggino anche i cittadini a capire e prendersi cura della natura. 

I progetti di ricerca di IPBio si occupano principalmente della raccolta di dati e ricerca sul campo. I progetti possono essere sviluppati internamente con obiettivi pratici, oppure definiti in collaborazione con istituzioni accademiche.

Per finire, la nostra missione è la promozione della conservazione, gestione e uso sostenibile delle risorse naturali, promuovendo lo sviluppo di turismo ecologico e progetti culturali.